Seleziona Pagina

Vita e Contro Natura

Vita e Contro Natura

Il virus non c’è più ed è sempre più chiaro che ci sia mai stata una vera Pandemia e anche mortale, poichè il Covid-19 è pericoloso, può esserlo, ma non è letale. Nel caso, servirsi di un Dizionario.
Detto questo, ci sono ancora milioni di persone, troppe, che sono state talmente tanto terrorizzate da una campagna di stampa molto ben orchestrata ed organizzata, da essere in paranoia ancora oggi.
Basta leggere di un paio di contagiati (servirsi sempre del Dizionario nel caso) a centinaia di Km di distanza, per andare in ansia ed incominciare a tremare.
Io posso anche capirle, le capisco, specie, se sono persone anziane, pensa se vecchie.
Parlandoci chiaro, La Morte fa paura o terrore a tutti, per carità, nessuno è esente se non in casi rarissimi.
Il problema è che una volta se ne aveva paura ma la si accettava, almeno come concetto visto che si nasce per morire…  
Oggi, oltre a non voler più morire nessuno (si operano spendendo cifre mica da ridere di appendicite o di tumore al cervello anche i Gatti) sta accadendo secondo me qualcosa di innaturale, di aberrante persino visto che è Contro Natura: la salvaguardia dei vecchi rispetto ai Giovani.
Non esiste in Natura che un ascendente sopravviva a un discendente, nel senso, che può capitare perchè è stata la Natura a volerlo o se si preferisce Dio.. ma che sia addirittura una cosa voluta e studiata, è una cosa per certi versi orribile oltre che insensata.
Nel Regno Animale un genitore o un anziano, dà la propria Vita per salvare quella dei propri figli, dei cuccioli.
Dice, piuttosto muoio io, ma devi salvarti tu.
Oggi, per quanto riguarda gli esseri umani, sta accadendo il contrario: parlando di Vita e di Virus.. si salvaguarda quella degli anziani e si rovina se non addirittura si uccide quella dei giovani.
E’ l’anziano o peggio il vecchio che dice io voglio campare e me ne fotto se tu giovane campi male o muori.
E secondo me, quando una Società arriva a questo punto, quella società è destinata a morire.
Anzi, è già morta.

Circa l'autore