Seleziona Pagina

Son tornati i genoani, è ritornato il Genoa

Son tornati i genoani, è ritornato il Genoa

No non parlo dei tifosi perchè quelli bene o male ci sono sempre stati, anche se io e qualcuno di carismatico nella TO lo sa, detesto il silenzio, gli scioperi del tifo, le canzoncine stile Sanremo.
Sono tornati i genoani quindi ed ecco i nomi.
Perin. Senza nulla togliere a Radu e che a me ha sempre soddisfatto come Portiere e che considero dall’ottimo avvenire, il nostro Mattia è un’altra cosa.
Grinta, carisma, agilità e soprattutto temerarietà nelle uscite ne fanno un esempio di appunto “genoanità“.
Dietro e in mezzo ai pali si sente che c’è.
Sturaro. Non è un vero e proprio ritorno visto che aveva già giocato alcune partite, ma lo si è rivisto praticamente a tempo pieno.
Anche qui, grinta, attaccamento alla Maglia, impegno massimo.
Un genoano e roba da genoani.
Behrami. Non è di fede Rossoblu come gli altri due, ma che sia “genoano” lo si potrebbe anche dire visto che ha conosciuto il grande palcoscenico calcistico proprio qui a Genova e col Genoa.
Oggi non è stato brillante come i sopracitati, ma anche a lui non mancano di certo le caratteristiche che fanno un giocatore da Genoa e che piace ai tifosi Rossoblu.
Infine, Nicola. Parlare di Nicola e non parlare di Genoa e di genoanità sarebbe impossibile.
Complimenti Mister e che questa sia solo la prima di una lunga serie.
Una citazione a un altro “ritorno” anche se non di uno che ha i colori Rossoblu tatuati nel cuore: Favilli.
Il ragazzo è stato determinate e si è vista l’importanza di avere un Centravanti, di fisico e pure dotato tecnicamente.

Sono ritornati i genoani ed è ritornato il Genoa.
Un Genoa più da Anni 70/80 più che da spettacolarità di gioco e di schemi, un Genoa tutto corsa e sudore e che porta a casa tre punti importantissimi.
Il Genoa, volenti o nolenti, è questo.
Forza ragazzi.

Foto tratta dal sito ufficiale del Genoa www.genoacfc.it


Circa l'autore