Si vede di tutto…

Si vede di tutto…

Si vede di tutto girando per strada, tra bici e motori, persone diverse su auto di lusso e ci si domanda come fanno benzina, ma il volto è coperto e così non distinguo, in quanto alle bici, l’elettrico è bello, ma anche assistito ci vuole la spina, ma il volto coperto, protegge il soggetto. Non sono classista, che dio me ne guardi, ma sento nel cuore, qualcosa va male, se no l’emergenza sarebbe finita, invece si proroga per tutta la vita; eppure era certo: saremo più buoni, però non è vero se leggo il giornale e scopro che Rocco ha lasciato il Cubano. Si dice problemi di Borsa, giocava al rialzo, ma non gli s’alzava. E questo riflette, ciò che vedo per strada, si vede di tutto: ciabatte di gomma, bermuda sguarate, canotte sudate che corrono sole, terrazzi assolati con musica a palla. E’ facile quindi infonder paura. Se poi l’emergenza, ti prende la squadra del cuore e tu t’eri perso che il mondo del calcio è avariato, ti credi che tutto sia perso, invece è diverso, fa parte di questo teatro, tra bici e motori rombanti, dove vat e benzina, sono solo una burla.

Circa l'autore

IL LANTERNONE di Boccanegra

Pensionato, libero pensatore, nulla facente, amante dei cantieri dove poter suggerire agli operai il modo migliore per intervenire in tubature guaste e porvi rimedio, senza per questo essere brutalmente insultato. Se avanza tempo dipingo e scrivo brevi post su Faccialibro per amici trovati in rete, no perditempo