Seleziona Pagina

Quando si esagera

Quando si esagera

Diversi anni fa, nel 1971 per la precisione, alcuni studiosi dell’Università di Stanford fecero un esperimento e cioè si creò all’interno del campus una riproduzione fedele dell’ambiente carcerario e dopo aver selezionato 24 uomini adulti, sani, equilibrati, appartenenti alla classe media, acculturati e privi di qualsiasi comportamento deviante, li divise in due gruppi. Il primo era quello dei detenuti. Ricevettero la medesima divisa, lo stesso berretto e furono incatenati alle caviglie. Il secondo era quello delle guardie, che indossarono una uniforme kaki, degli occhiali a specchio ed ebbero in dotazione manganello e manette.
Bè, sapete cosa successe? Che solo dopo due giorni il Prof. Zimbardo l’ideatore dell’esperimento fu costretto a sospendere tutto. I detenuti iniziarono infatti a protestare per la loro condizione, si strapparono le magliette e si rinchiusero nelle celle. Le guardie che già li trattavano con durezza iniziarono a praticare nei loro confronti forme sempre più efferate di violenza fisica e psicologica. I carcerati furono costretti a cantare canzoncine sconce, a defecare in secchi che non potevano vuotare, a pulire a mani nude le latrine.
In soldoni, persone normali e accuratamente scelte per la loro saldezza e integrità morale, divennero i peggiori Carcerieri nei confronti di coloro che fino a 48 ore prima erano persone esattamente come loro.
Non sto a dilungarmi sulle spiegazioni fornite dal team di studiosi, ma di sicuro l’avere un Divisa ha portato a comportamenti aberranti.
Si dirà e anche con ragione, che essendo appunto persone normali e senza alcun addestramento tipico di chi opera nelle forze dell’ordine, il loro comportamento sia derivato proprio da questo.
Ci sta e meno male, perchè se no qualsiasi persona indossi una divisa sarebbe una vera e propria Merda, un essere orribile.
Sta di fatto che l’esperimento diede quei risultati e sfido chiunque a non aver pensato almeno una volta nella vita quanto una divisa possa far cambiare una persona.
Dico tutto questo perchè oggi stiamo assistendo a sempre più fatti schifosi, sempre più azioni vomitevoli da parte di persone che appunto indossano una divisa, e a causa di una “quarantena” anche se forse è meglio definirla col suo vero nome: arresti domiciliari.
E forse la conferma di quell’esperimento arriva proprio dal fatto che i peggiori siano gli appartenenti alla Polizia Municipale, i Vigili insomma, cioè persone fino a ieri del tutto innocue e che al massimo li si vedeva negli incroci a dirigere il traffico.
O chiamati a dar multa al Cane che pisciava su un aiuola.
Oggi, probabilmente, qualcosa anzi molto è sfuggito di mano. A tutti. A loro e a chi sta sopra di loro. Non c’è nessuno per strada e quindi è “facile” pigliare a botte in quattro contro uno qualcuno, è “facile” dar pugni in faccia a una donna, a buttarla a terra, a prenderla a calci.
La Divisa. Il Potere della.
Ma loro appunto non fanno altro che una cosa e cioè eseguire degli ordini, anche se penso che l’ordine non sia di pestare donne e ragazzini quattro contro uno…
Quindi chi è che questi ordini li dà, li ha scritti, li ha enunciati, li ha decretati.
Chi è che pare non rendersi conto che facendo così e punendo nessuno la situazione nel paese può solo che peggiorare.
Bè, i politici, il governo, i Presidenti di questo o di quello.
Io mi chiedo se siano coscienti di questo, oppure se siano tanto entrati nella parte della sindrome da divisa anche se girano in doppiopetto scuro, che gli riesce difficile uscire da questo ruolo.
il Potere è una gran brutta bestia.
E allora dico a questi nostri governanti che nel caso hanno capito nulla della Storia e non solo loro purtroppo, perchè c’è pieno di atteggiamenti e comportamenti simili nel mondo.
Ma a me frega un cazzo adesso di parlare del mondo, a me interessa parlare dell’Italia e degli italiani, visto che ci vivo e lo sono anche io.
E mi permetto di dire a chi non si fosse ancora reso conto, che persino nelle più bieche e feroci Dittature è arrivato il momento della fine.
E il momento arriva quando il popolo non ce la fa più a sopportare. E non lo fermi. Non ce la fai.
E se il popolo non sopporta più, son volatili per diabetici, anche per i Dittatori, non solo semplici Ministri di una Repubblica. O di Giuseppi del caso.
In Romania non ai tempi del Conte Dracula ma pochi decenni orsono c’era una ferocissima Dittatura. Con tanto di Polizia segreta e militari di ogni genere.
Bè, un bel giorno, si son visti due corpi ai piedi di un muro. Non solo quello del Dittatore, ma anche quello di sua moglie. Riempiti di pallottole.
Il Popolo si era stancato di sopportare.

Circa l'autore