Parenti, conviventi e prese per il culo

Parenti, conviventi e prese per il culo

Triste realtà, blitz delle forze dell’ordine ad Ariccia (neanche stessimo rubando qualcosa a qualcuno) chiusura di 5 giorni più multa!
Motivo? Familiari e amici non posso essere nello stesso tavolo neanche firmando lo scarico di responsabilità che certifica che i componenti del tavolo sono stati insieme e si sono frequentati nei 15 giorni precedenti!
Uno schifo!
Una vergogna!
20 poliziotti che fanno irruzione chiedendo documenti alle persone che vogliono godersi una cena in tranquillità, chiedendo documenti ai cuochi (bloccando così il lavoro dell’intera attività)
Ci scusiamo con tutte le persone che avevano prenotato in questi giorni, ci rivediamo venerdì!

Questo è quello che scrive un ristoratore di Ariccia sulla sua pagina Facebook.
Io credo che si sia oltrepassato e di molto quello che viene definito buonsenso e raziocinio, ma pare che non ci si fermi qui e si vada sempre peggio.
Nel frattempo siccome le leggi bisogna rispettarle, almeno così dicono, qui sotto abbiamo un esempio di come vengono rispettate certe leggi. Infatti vediamo riuniti allo stesso tavolo persone che sono coniugate, sono parenti o hanno frequentazione continua da almeno 15 giorni.

Mi viene impossibile non dire una cosa: quando vi stancherete di essere presi per il culo fatemi un fischio.
Ma detto questo, è stupefacente notare come la stragrande maggioranza degli italiani (ma non solo) non abbia ancora capito che questa “pandemia” e relative norme e decreti abbia solo un risultato e nove su dieci anche uno scopo: distruggere un’intera categoria di persone e di attività: i piccoli commercianti, le loro imprese e quindi l’Economia di questo Paese, visto che essa si basa al 99% su appunto piccole e medie imprese.
E’ un processo iniziato non certo da oggi, ma fin dai primissimi anni 80, ma non è questo di cui si vuol parlare.
Intanto chi se ne è accorto lo sa già e chi non se ne è ancora accorto non lo saprà nemmeno se glie lo dici e glie lo spieghi. E’ complicato spiegare le Tabelline a un Cercopiteco.

Non so se sia questo l’episodio, ma è successo che sia stato multato un gestore di locale perchè qualcuno e ci fosse una Giustizia Divina provvederebbe all’istante si è indignato perchè un avventore alzandosi dal tavolo e per andare in bagno non si è messo la museruola in faccia.
Da lì, sono state chiamate le forze dell’ordine bisognerebbe riflettere molto su questa definizione e che hanno fatto il classico culo al titolare a son di multe e chiusure.
Cosa è una Dittatura. Quando, esistono delle leggi per altro assurde e che non fanno il bene del popolo ma lo costringono ad obbedire, nonostante l’assurdità del loro contenuto.
Noi, siamo, dentro, una, Dittatura.
Perchè se si arriva a pensare e a far credere alla popolazione che un virus si metta a dormire se sei seduto a un tavolo e si svegli di colpo diventando cattivissimo appena tu ti alzi, non vedo come si possa chiamare tutto questo.
E gli esempi possono essere tantissimi.
Ma qui ho dei dubbi sul fatto che si possa definire Dittatura, perchè almeno in Dittatura la Gente prova un senso di ribellione di fronte ad assurdità del genere.
Gli italiani invece sembrano d’accordo e pure felicemente convinti che certe leggi siano non solo giuste ma doverose.
Perchè se una massa di persone crede che se si sta seduti dentro un locale non serve la mascherina perchè il virus si mette a dormire e se ci si alza dal tavolo per fare pochi metri il virus ritorna ad essere letale e pericoloso per tutti, bè qui non si tratta di Dittatura ma di Imbecillità e rincoglionimento generale.

Il ristoratore ha già detto che chiuderà l’attività.
Non ha nessuna intenzione di riaprire e forse, nemmeno i mezzi.
Un’altra famiglia a spasso, dipendenti a spasso e una spinta notevole all’Economia del Paese.
Quando finirete di farvi prendere per il culo fatemi un fischio.


Circa l'autore