Seleziona Pagina

Lo specchio del Paese

Lo specchio del Paese

Sottotitolo: fossimo tutti come lei.
Si sta facendo di nuovo un gran parlare di Autostrade, per via delle scandalose condizioni in cui si trovano, comprese le infrastrutture di questa fantastica italia. Sta cadendo tutto a pezzi e la gente si indigna, si scandalizza, se la prende con i Benetton.
Ci starebbe, se fossimo un popolo normale, di un paese governato da politici normali. Ci starebbe, se tutto ciò accadesse a causa di cataclismi e catastrofi naturali. Ma visto che esiste nulla di tutto questo, penso che se c’è una cosa che non abbiamo il diritto di fare, è lamentarci.
Se non, di noi stessi.
Facciamo un po’ di auto analisi senza analizzare sempre gli “altri”.
Siamo, parlo degli italiani, quelli che hanno inventato il Fascismo.
Siamo, quelli che hanno inventato la Mafia. E per non restare indietro con nessuno, ne abbiamo addirittura TRE, se non QUATTRO organizzazioni mafiose che imperano indisturbate o quasi.
Siamo, quelli che hanno votato e quindi avuto per vent’anni al governo un Partito di cui uno dei fondatori è stato condannato per reati di Mafia e per questo gli han cioccato una riga d’anni di carcere. L’altro, il cofondatore, bè.. sarebbe troppo lunga.
Abbiamo un Presidente o Presidenta come piace alla Boldrini, che non solo ha fatto parte di quel Partito, ma ha difeso in maniera spudorata e persin ridicola il Capo, per lustri.
Arrivando a giurare in Parlamento che tal Ruby fosse la nipote di Mubarak.
Oggi, il Senato della Repubblica Italiana è da lei Presieduto.
Siamo, quelli hanno votato e continuano a farlo, personaggi dei più incredibili. Accettiamo che pluri inquisiti e condannati siedano non solo in Parlamento, ma dettino la linea politica del Paese.
Siamo, quelli che son passati da Moro a Di Maio.
Con l’intermezzo di un Angelino Alfano.
Siamo, quelli che si indignano ogni tre per due, ma che non solo fanno nulla per evitare Schifi orrendi, ma li incrementano votando e sostenendo appunto personaggi inqualificabili.
Soprattutto se hanno pure il coraggio di pronunciare la parola, il termine Sinistra.
Siamo, mia opinione e che conta e vale zero, la popolazione più sottomessa, abulica, masochista e vigliacca del globo terracqueo.
Opportunisti nel DNA.
Ci fanno qualsiasi tipo di violenza, di prevaricazione, di sopruso e nulla cambia. Si continua, si perpetrano gli stessi comportamenti.
Ma ci si lamenta, ci si indigna, quello sì.
Ma si è persa la capacità di saper dire NO.
Si potrebbe continuare a lungo, molto a lungo con una miriade di altri esempi, ma credo che ognuno di noi li conosca molto bene tutti.
E allora dopo tutto questo, ritengo almeno personalmente di dedicare un plauso a questa Donna.
Di darle il giusto riconoscimento e almeno da parte mia anche tanta tanta stima.
E Rispetto.
Se fossimo tutti come Lei, non ci sarebbe bisogno oggi di parlare di Autostrade, di Ponti che crollano, di gallerie che cadono a pezzi.
Di MOSE e di improbabili Ponti sullo Stretto.
E quindi per me su questa Donna, questa probabile Nonna è giusto accendere un faro, anche se lei stessa brilla di Luce propria.
Cari nipoti, non avete idea della fortuna che avete ad avere una Nonna così.
E il problema è che non ce ne rendiamo conto nemmeno noi italiani.

Lei, va in Carcere seppur con estrema Dignità.
Tutti gli altri e ben peggiori circolano liberamente.
Lo specchio del Paese appunto.




https://ilmanifesto.it/nicoletta-dosio-andro-in-carcere-senza-chiedere-sconti/

Circa l'autore