Seleziona Pagina

Inchieste mai nate… e che mai nasceranno?

Inchieste mai nate… e che mai nasceranno?

Inizio con il dire che l’11 Maggio 2011 è forse una data storica nel panorama calcistico tra arbitri e presidenti di squadre di calcio, un FAX, di un ex arbitro, è planato come per incanto sui tavoli di Lega e Nicchi, facendo nomi, ma l’inchiesta non è mai nata, dato l’anonimato della denuncia via FAX e della tempestiva levata di scudi di Nicchi, minimizzando e catalogando il denunciante come: “arbitro insoddisfatto mitomane”. Qui sotto il testo che ho conservato da tempo nel mio archivio privato.

Passano gli anni e non è un FAX questa volta, ma un sospetto da chiarire. Qui sotto l’articolo di oggi.

Ho sempre pensato bastasse pochissimo a condizionare un arbitro da parte di chi ha in mano il business delle scommesse, trattino di calcio come di box o di altro sport che richiami risultati sportivi “imprevedibili”. L’arbitro, oltre ad essere definito “cornuto”, per antonomasia, può potenzialmente diventarlo se gli si tiene in ostaggio la moglie, la fidanzata e/o l’amante, naturalmente in quei 90 minuti di prestazione sul campo ed al fischio finale, liberi tutti, anche perché, tutto sommato, corrompere o minacciarne uno, costa sempre meno di pagare o minacciare 5/6 giocatori per squadra. Comunque vedremo se l’inchiesta progredirà oppure se il mondo della malavita e delle scommesse, avranno quella capacità interdittoria che ormai da immemore tempo contraddistingue la loro forza nel mondo dello sport. Un plauso ai tifosi e in chi ci crede.

Circa l'autore

IL LANTERNONE di Boccanegra

Pensionato, libero pensatore, nulla facente, amante dei cantieri dove poter suggerire agli operai il modo migliore per intervenire in tubature guaste e porvi rimedio, senza per questo essere brutalmente insultato. Se avanza tempo dipingo e scrivo brevi post su Faccialibro per amici trovati in rete, no perditempo