Seleziona Pagina

Hong Kong 3

Hong Kong 3

Il 17 Maggio scorso, moriva in letto, l’ambasciatore cinese Du Wei a Herzelyia, vicino Tel Aviv, senza alcun segno di violenza, pare per improvviso arresto cardiaco. Wei, 58 anni, precedentemente ambasciatore in Ucraina, era arrivato in Israele a fine Febbraio ed era rimasto in isolamento per via delle misure contro il coronavirus, non aveva ancora potuto presentare fisicamente le credenziali al presidente della Repubblica Reuven Rivlin. E qui sotto da leggere trovate la notizia di la Repubblica.

Già all’epoca con un amico e non si parlava ancora di Hong Kong (le negate libertà e più recenti violenze cinesi sui giovani di Hong Kong), abbiamo pensato ai cinesi più i palestinesi, in fondo, è ormai da parecchio che i cinesi portano avanti interessi economici in Africa nel senso più allargato del termine e toh, ma guarda un po’, passa poco tempo dal 17 Maggio e oggi, la Repubblica, tira fuori la Palestina e Abu Mazen.

Circa l'autore

IL LANTERNONE di Boccanegra

Pensionato, libero pensatore, nulla facente, amante dei cantieri dove poter suggerire agli operai il modo migliore per intervenire in tubature guaste e porvi rimedio, senza per questo essere brutalmente insultato. Se avanza tempo dipingo e scrivo brevi post su Faccialibro per amici trovati in rete, no perditempo