Dalla Vasaloppet al Palaghiaccio…

Dalla Vasaloppet al Palaghiaccio…

Come avevo anticipato, il desiderio di agganciare le Olimpiadi Invernali di Milano – Cortina del 2026, da parte di Genova, è fortissimo, ma cambia il progetto, la Vasaloppet non ha da offrire i seggiolini di un Palaghiaccio, perché a parte una tribunetta in una gara di fondo il pubblico resta prevalentemente in piedi, mentre tra volteggi e gare di velocità su pista, il Palaghiaccio potrebbe quello che la falegnameria Sansotta non riuscì con lo stadio L. Ferraris. Qui invece una mega fornitura da 3.000.000 di seggiolini, compreso il pubblico televisivo, potrebbe fare la differenza e risarcire parzialmente i Sansotta dalla mancata fornitura del 2009. Al di là dei Sansotta, bisogna comunque dare merito ad Anzalone per la sua passione per lo Sport, mai visto un assessore così pronto e preparato. Il 2026 è dietro l’angolo e bisogna approfittarne.

Circa l'autore

IL LANTERNONE di Boccanegra

Pensionato, libero pensatore, nulla facente, amante dei cantieri dove poter suggerire agli operai il modo migliore per intervenire in tubature guaste e porvi rimedio, senza per questo essere brutalmente insultato. Se avanza tempo dipingo e scrivo brevi post su Faccialibro per amici trovati in rete, no perditempo