Seleziona Pagina

Bill Gates il Filantropo

Bill Gates il Filantropo

Dati di fatto e incontestabili.
Siamo agli arresti domiciliari. Per giusta causa o meno, siamo agli arresti.
Nessuno può più uscire liberamente.
Siamo terrorizzati, per un motivo giusto o meno, reale o meno, siamo terrorizzati causa Virus.
Il grande Bill Gates è il primo alfiere della necessità di avere tutti un codice a barre e primo ideatore e promotore del progetto ID2020 e già in fase piuttosto avanzata, forse troppo.
Cosa è l’ID2020. E’ il nome del progetto che dovrebbe portare praticamente all’identificazione digitale di ogni persona del pianeta. Per identificazione digitale si intende l’inserimento di un microchip nel corpo umano che contiene tutte le informazioni personali dei cittadini.
Sì.. quelli che il 75% degli italiani, intelligenti e mica miseri complottisti del menga, sghignazzavano quando qualcuno degli allora 5 Stelle parlava di microchip e di scie chimiche…
Bill Gates è anche uno dei più grandi se non il primo promotore della vaccinazione universale.
Cosa c’entrano i vaccini con i microchip e col ID2020. C’entrano eccome, perchè i’identità digitale non solo prevedrebbe la possibilità di racchiudere tutte le informazioni personali dei cittadini in un microchip sottocutaneo, ma allo stesso tempo consentirebbe anche di somministrare i vaccini sotto forma digitale. Non si tratta di un ritrovato tecnologico avveniristico che diventerà realtà in futuro. Lo è già. Nello Stato del Texas, negli Stati Uniti, i poveri senzatetto vengono già utilizzati come cavie per la sperimentazione di questo microchip.
E anche il governo del Bangladesh ha aderito ufficialmente a questa iniziativa lo scorso settembre.
Questi sono fatti, accertati e facilmente verificabili, basta aver voglia di perdere qualche minuto di tempo e magari sottratto a qualche test su Facebook su quanto sia alto il nostro Quoziente Intellettivo o a quale segno zodiacale si appartenga.
Questi sono i fatti e ripeto non contestabili. Non sono opinioni, tanto per essere chiari.
Detto questo, se si vuol conoscere chi sia Bill Gates, da che tipo di famiglia proviene, chi era suo nonno, qualcosa di più insomma su quello che ci è stato presentato come un semplice ragazzotto, anche un po’ sfigato, che da povero in canna inventò qualcosa di rivoluzionario nel chiuso di un garage, può benissimo leggere questo articolo linkato qui sotto di Maurizio Blondet.
Del quale vi illustro solo l’incipt.
“Non vogliamo avere molte persone guarite …”
Così Bil Gates a minuto 33.45 della intervista alla TED, una tv non profit. “Per essere chiari, stiamo provando – attraverso la chiusura negli Stati Uniti – a  ad avere meno dell’uno per cento della popolazione infetta.



Circa l'autore