Seleziona Pagina

Arridatece il Calcio

Arridatece il Calcio

Ieri sera mi chiama un caro amico e il succo della telefonata fu: Tony, per favore metti su Rai Uno e guarda. Poi mi dici.
Nemmeno sapevo cosa ci fosse a quell’ora in TV e su quella rete, ma avendo capito cosa stavano trasmettendo, faccio questo sacrificio, prendo il telecomando e accendo la televisione.
La realtà superò ogni mia fantasia.
Ma cos’è quella cagata terrificante? C’è ancora gente che lo chiama Calcio e anche Finale di Coppa Italia?
Ma non ne hanno vergogna?
Io capisco le esigenze delle società di mandare avanti questo carrozzone sempre più circense, per ovvi motivi di bilancio e di incassi: sono SpA e belin i bilanci sono i bilanci. Ma la gente, gli appassionati, i tifosi, come cazzo fanno a parlare di partita di Calcio. Di Finalissima oltretutto.
Io ho mai visto una cagata più assurda di questa, una farsa fatta pure passare come sport e competitivo.
A me del Calcio fotte meno di zero e se me ne interesso e lo guardo è solo perchè e quando c’è il Genoa, ma giuro che più di un minuto e mezzo non ce l’ho fatta a resistere.
Intanto quel bellissimo effetto di altissima tecnologia che avrà sicuramente fatto venire l’ulcera per l’invidia a George Lucas, del Radicchio in movimento. Sì, Radicchio, perchè quella rumenta che ti faceva ballare la vista e farti venire la labirintite, voleva essere secondo quei Geni che hanno avuto l’idea, “il pubblico” sugli spalti.
In realtà dava la perfetta sensazione di guardare un campo di Radicchio. Quando c’è vento.

Bellissimo, davvero una figata. E questo al centro perchè, mi dicono, si voleva rappresentare così la bandiera italiana con l’aggiunta del bianco e del rosso situato in altre settori, ma meno visibili, perchè quello che avevi davanti agli occhi era ovviamente quello centrale.
Poi e non so perchè, ho visto anche del marroncino tinta merda di Labrador dietro una delle porte e probabilmente voleva rappresentare il pubblico di una delle due squadre in campo.
Dovessi scegliere, direi Juve.
E parlo di Juve perchè ho capito dopo che stesse giocando la Juventus, perchè se guardavo le maglie di quelli che correvano, bè correvano.. in campo, di Juventus avevano un belino, perchè sembravano piuttosto dei Croupier di qualche Casinò di Las Vegas se non una squadra di Fantini di qualche Contrada del Palio.
Allora ragazzi, vi dico che è ora di ricominciare a fare le persone non dico serie ma almeno con un po’ di cervello e di sana oggettiva onestà intellettuale. Tornare ad essere sufficientemente raziocinanti insomma, perchè capisco il Gino Virus e i danni che ha provocato al cervello di tanti, visto a cosa credono e con cosa vanno in giro, ma a tutto c’è un limite.
Io non lo so, ma una volta le finali di Coppa Italia, erano Finali e anche partite di Calcio. E con tutto quel che ne consegue.
Belin in un Palermo Bologna giocata all’Olimpico nel lontano 1974, e letteralmente rubata ai palermitani da uno scandaloso arbitro Gonella ci furono oltre che ventimila spettatori giunti da Palermo, anche gente che causa la sconfitta non avrebbe esitato a buttarsi sotto le ruote del primo carretto siciliano che passava o a strangolare la famiglia con i fili rubati a qualche Puparo.
E oggi, chiamano quella di ieri sera Finale di Coppa Italia e “incontro di Calcio” che appassiona migliaia di tifosi?
Col Radicchio che ti fa ballare la vista e venire la labirintite?
Arridatece la Play Station. Ma per davvero.
Il pubblico sugli spalti è molto più reale del Radicchio, gli effetti sonori pure e le partite sono anche molto molto più belle.
E anche dal risultato più giusto, visto che vince chi merita.





Circa l'autore