Al Genoa, non manca l’Allenatore

Al Genoa, non manca l’Allenatore

Intanto premetto che secondo me bisognerebbe evitare di fare affermazioni ed esprimere invece delle opinioni che come sempre sono personali. Specie si fosse giornalisti, poichè parlando di quelli nostrani, non mi sembra che tale qualifica voglia dire automaticamente possedere particolari competenze calcistiche e tantomeno essere degli Oracoli.
Pertanto aggiungere un misero e semplice “secondo me” farebbe bene e dimostrerebbe anche una certa dose di umiltà.
Dico questo perchè mi è arrivato davanti agli occhi un articolo di Porcella, ma poteva essere qualsiasi altro giornalista.
E nessuno di loro, nessuno di voi è Guardiola.
Ci sarebbero anche un altro paio di cose su cui sono in disaccordo e che potrei aggiungere, ma non è questo il punto.
Detto questo, al Genoa non manca l’Allenatore, secondo me.
Ce l’ha, lo ha e anche molto capace e ce ne accorgeremo tutti di chi avevamo in panchina, tra un paio d’anni o poco più.
Il Genoa, al Genoa, manca qualcuno che possa essere definito una Punta, se capace a segnare anche dei gol, meglio ancora.
Oggettivamente, dire che siamo “spuntati” in attacco è un eufemismo. Fine.
Ci saranno mille ragioni e mille spiegazioni a questo, ma davanti in questo momento abbiamo nessuno. Arri fine.
Derby, il Derby. Posso capire che ai genoani piaccia un Genoa che va all’arrembaggio, che corre come un forsennato e che dia il così detto sangue in campo. Ma vorrei far notare che anche se non è successo questo, il pallino del gioco e quindi il pallone, lo ha sempre tenuto il Genoa. E vorrei far notare ancora di più, che al Genoa, nel Derby, mancavano almeno SEI e dico SEI titolari.
E praticamente TUTTO l’attacco, che non è certo quello del Real già di suo.
Quindi dico agli Oracoli del giornalismo sportivo nostrano, che provino un po’ a togliere tutti gli attaccanti titolari al doria.
Provateci un po’ e poi mi dite cosa succederebbe.
Cosa succede.
Vabbè che magari col culo che hanno riesce a far gol il loro portiere e in rovesciata e portano a casa i tre punti… ma cristo santo, provate a togliergli Quagliarella, Gabbiadini e chi cazzo hanno là davanti che nemmeno lo so.
Mi hanno appena detto che ieri alla Grande Atalanta e del Bravissimo Gasperini mancavano Zapata, Ilicic e Gomes.
Risultato? Cosa ha fatto l’Atalanta contro il Real Bologna?
Certo, hanno giocato altri all’attacco, ma mi dicono che si son mangiati tre gol a porta vuota praticamente.
E quindi? Non può avere enormi difficoltà il Genoa senza i suoi attaccanti titolari?
E aggiungo, cosa che non sapevo, non si può nemmeno mettere dei Primavera all’attacco, perchè, i due più buoni che abbiamo si sono rotti e dico rotti entrambi una gamba…
Ma è mai possibile avere questa sfiga pazzesca? Che è l’esatto contrario di quello che ha e da quando è stata fusa la sampedoria?
Sì, è possibile.
Quindi direi ai nostri opinionisti e Asperti di Calcio che più che dare addosso al Genoa post Derby, incomincerei a far notare la pochezza della samp, visto che è stata inferiore come gioco, come possesso palla, come azioni pericolose, a una squadra a cui mancavano SEI titolari e non certo situata in posizioni di alta classifica.
Vincendo, per via di un UNICO tiro in porta e su azione causata da un errore di un difensore Rossoblu e di un intervento non impeccabile di Radu.
Quindi c’è poco da stare allegri cari opinionisti, doriani e genoani e fossi in voi mi preoccuperei molto, ma molto, visto che comunque il Genoa bene o male gli attaccanti li ha ma soprattutto li COMPRERA’.
Cosa che non so se sarà possibile fare la sampedoria, visto i “problemucci” che ha il suo presidente e non solo finanziari.
Il Genoa un Allenatore lo ha e anche molto bravo.
Ha un solo difetto: vuole vincere e giocando a Calcio.
La cosa peggiore che possa succedere a Genova sponda Rossoblu, visto che gli allenatori ideali, sognati ed auspicati sono i Ballardini.
Fosse per Testa di Custer farebbe ritornare in Vita Rocco ed Helenio Herrera. E vai col Libero e con i “Pullman” davanti alla porta.
Forza ragazzi e forza Thiago.
Ci risolleveremo, se si ha un po’ di pazienza.
Questa è l’unica cosa che bisogna fare e pensare, secondo me.
Oltre a un’altra: Tifare e quindi Sostenere il Genoa.
Visto che ci vantiamo e anche a ragione, di essere Genoani.

Circa l'autore