Seleziona Pagina

60000 poveracci

60000 poveracci

E mi permetto di aggiungere, anche imbecilli e spiego dopo perchè.
Questa è l’ultima genialata e a mio parere pure infame che ha escogitato il governo per creare divisione tra i cittadini oltre che per mandare al massacro 60.000 poveracci.
Il Genio è quello che vedete in foto, tal Boccia forse più conosciuto per essere il marito della De Girolamo.
Ora, già a guardarlo e sempre seguendo il Lombroso, il signore in questione non sembra essere dotato di elementi che denotano presenza di grande sagacia ed intelligenza, ma anche Il Lombroso a volte potrebbe sbagliarsi.
Comunque, in pratica, saranno “assunti” 60.000 “assistenti civici” reclutati tra i disperati del paese.
VOLONTARI.
Cosa dovranno fare questi poveracci? In pratica, secondo The Genius Boccia e chi gli ha dato a mente, semplicemente due cose: far mantenere la distanza sociale agli italiani e fare la spia.
Sì, perchè questi poveracci non si stanno rendendo conto che saranno delle spie e le spie da che mondo e mondo sono sempre state sui coglioni a tutti, al punto che persino in tempo di Guerra venivano e vengono giustiziate senza pietà.
La cosa è di per sè tragica, ma diventa grottesca perchè questi imbecilli tutto questo lo faranno pure gratis.
In arrivo 60 mila ‘assistenti civici’ che avranno il compito di aiutare e vigilare durante la Fase 2. In settimana sarà lanciato il bando rivolto “a inoccupati, a chi non ha vincoli lavorativi, anche percettori di reddito di cittadinanza o chi usufruisce di ammortizzatori sociali.
È ai volontari che vogliamo affidare le nostre comunità in questa nuova e complessa fase: quella in cui proviamo a convivere con il virus e impariamo a difenderci, anche tornando a una vita meno compressa dai divieti.
I Comuni, attraverso Anci, potranno avvalersi del contributo degli ‘assistenti civici’ per far rispettare tutte le misure messe in atto per contrastare e contenere il diffondersi del virus, a partire dal distanziamento sociale.
Non so se avete capito. Questi poveracci e secondo me pure insensati visto quello che dovranno fare, dovranno in pratica far mantenere la distanza sociale alle persone e sicuramente anche controllare se hanno la mascherina.
Con quale autorità? Nessuna, se non che si chiamano assistenti civici.
Ora, io non è per dire, sarò anche abbelinato ma mi immagino un pensionato, un disoccupato, che solo per il fatto che ha addosso magari una pettorina colorata, va a dire a un gruppo di persone magari già incazzate di loro che non devono fare questo, che non devono fare quest’altro.
Che DEVONO fare questo, che DEVONO fare quest’altro.
Io penso che la prima domanda che faranno a questo eroe sia questa: ma tu chi cazzo sei?
La seconda: ma che cazzo vuoi da me?
E il nostro eroe gli dirà: ma io sono un Assistente Civico.

Ora, per me questa è una delle più grosse infamità che avrebbero potuto escogitare degli indegni, perchè sempre secondo me, visto che hanno capito che anche le forze dell’ordine (quelle vere) stanno sempre più capendo che qualcosa non quadra e sono sempre meno vogliose di seguire certi “ordini”, cosa fa il governo?
Manda al massacro dei poveracci, dandogli una autorità che non esiste, per rompere i coglioni a gente già incazzata di suo. Quindi, l’ennesimo dividi et impera, l’ennesimo crear divisioni tra la gente.
Cosa posso dire di più. L’unica cosa che mi viene da dire è che se io fossi nei panni di chi ha voglia di fare questa per me cazzata immane e cioè diventare Assistente Civico, ci penserei molto bene e dopo due secondi direi no grazie. Se vuole andare, ci vada lei caro Signor Boccia.
Lei, Gigino e Giuseppi.
Ai nuovi e baldi Assistenti invece dico: occhio a non prendere più botte che l’orso.
Non son tempi questi da stelle filanti ricchi premi e cotillons.

Circa l'autore